Un nuovo inizio

L'atteso incontro con Argarth

(Giocato il 31/01/2013)

Le frecce continuano a cadere fra i nostri eroi quando all’improvviso un urlo si alza dalla capanna sulla collina intimando di smetterla e di lasciarlo stare. L’urlo è accompagnata da zolle di terra che si alzano senza apparente motivo, ma la voce fuga ogni dubbio: finalmente si è trovato Argarth.

Arya cerca di avvicinarsi ad Argarth per parlargli, subito affiancata da Viola ed Amelya, ma questi non sembra disposto a parlare e non fa che chiedere di essere lasciato in pace. Interrogato sui fatti del granaio e della locanda, Argarth non nega ed anzi afferma che tutti pensano sia colpa sua. La situazione si fa ancora più surreale quando, alla vista di Kendral e Korvila, dice di averli riconosciuti e di sentire cosa sono.

Di fronte a tanta pazzia i nostri eroi non possono che ritirarsi e tentare di riogranizzarsi. Dopo essersi consultati, decidono di tentare di avvicinarsi alla capanna dal retro della collina attraverso il bosco. Gusthar e Viola si muovono con facilità nel sottobosco e in poco tempo distaccano gli altri che arrancano, ma giunti a metà della collina il rumore di passi coglie l’attenzione di tutti: qualcuno sta cercando di scappare.

Kendral e Korvila si lanciano verso il fianco scoperto della collina, mente gli altri continuano l’arrampicata verso la capanna. Non appena arrivati a destinazione si trovano tutti davanti la stessa scena: Argarth sta scavalcando la collina in fuga.

Arya ed Amelya scendono di corsa la collina cercando di tagliarli la strada, mentre Gusthar e Viola lo inseguono; anche Kendral e Korvila, cercando di recuperare il terreno perso, si lanciano all’inseguimento, mentre Argarth ripete, per l’ennesima volta, che vuole essere lasciato in pace (povero stolto…).

Argarth non è certamente in ottima forma, tanto che spesso incespica e si rallenta rendendo il compito più semplice per gli inseguitori, se non che questo sembra essere il giorno della pazzia.
Senza motivo scoppia un piccolo incendio sulla collina che subito viene spento da una nuvola apparsa ad hoc davanti agli occhi di tutti con sommo stupore di Gusthar e Viola e una buona dose di incredulità da parte di Amelya; gli unici che sembrano non accorgersi di nulla sono Kendral e Korvila (ed Arya, ma per altri motivi :P).

L’inseguimento sembra comunque essere alla fine quando Kendral e Korvila sono quasi sul punto di mettere le mani sul fuggitivo Argarth. La cattura viene però ritardata prima dalla poca famigliarità di Kendral con il terreno boschivo e poi da una tempesta venuta dal nulla che circonda Argarth e solleva foglie e rami fra i quali uno che colpisce in pieno il guerriero venuto dal nord. Quando anche questa stranezza termina lasciando di stucco i tre villici e la mercante catatonica, Argarth è a terra, dolorante e poco cosciente.

Le risposte non si fanno attendere: ogni stranezza non è altro che colpa di Argarth.
Korvila, più preparata di quanto ci si aspetterebbe da una straniera, ha riconosciuto Argarth come un Incanalatore, riesumando ricordi di antiche leggende nelle menti dei presenti.
Ormai non c’è altro da fare che portarlo dalle Aes Sedai prima che diventi pazzo del tutto. Ma come fare?

Una discussione nascente viene subito messa a tacere da Kendral e Korvila, ancora una volta più preparati di quanto darebbero a vedere, che esigono che Argarth sia messo a dormire e subito portato alle Aes Sedai.

Il gruppo così si divide: Gusthar, Viola ed Amelya tornano verso il villaggio alla ricerca delle erbe per mettere a nanna il povero Argarth, mentre Kendral, Korvila ed Arya riportano il ragazzo semi incosciente alla capanna in attesa del ritorno degli altri.

Comments

MF_Highlander Luharion

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.