Un nuovo inizio

Ciacoe, ciacoe e ciacoe.....

"bah,donne!vanno sempre in bagno" e argarth: "perchè, tu non ci vai mai?"

Abbiamo lasciato i nostri amici alla locanda “la casa del drago”, dove erano impegnati ad origliare (male) conversazioni da altri tavoli e ricollegarle a racconti spaventosi di gioventù (specialmente nel caso di Arya), e Kendral a casa di Arya a leccarsi la ferita e a leggere il settimo volume del libro “la ruota del tempo”.

Man mano che la serata procede, non hanno più bisogno di origliare: la gente comincia ad avere bevuto a sufficienza da alzare i toni e da coinvolgere persino i vicini di tavolo.. Si continua a nominare questo esaltato autoproclamarsi Drago Rinato, che di questa cosa se ne dovranno occupare le Aes Sedai, di un eventuale esercito.. Insomma tutti sembrano non capire o essere increduli: d’altra parte chi non lo sarebbe se sentisse le storie che gli raccontavano in passato divenire realtà? Solo Korvila sembra sapere un po’ più il fatto suo raccontando che è normale che nelle storie antiche ci sia un fondo di verità, e Gusthar è impegnato ad addocchiare la persona con i lunghi capelli castani…

Ad un certo punto si avvicina barcollante un energumeno che non riesce a fare nulla di meglio di rovesciare la birra sul tavolo dei nostri eroi e Arya non è molto contenta, ma lui se ne va a rovesciare la birra rimanente su altre persone.

Stanco di restare seduto, Gusthar si alza e si avvicina al tavolo dov’è seduta la persona con la lunga chioma fluente, e man mano che si avvicina, nota l’arsenale di birre davanti alla ragazza e le sue maniere non proprio signorili.
Ma il nostro Gusthar non si perde d’animo, e all’istante punta la cameriera che sta passando di lì caricata di piatti e bicchieri che ha raccolto dai tavoli.. E la segue.. E basta.. All’improvviso Arya urla a Gusthar dal tavolo di aiutare la ragazza, e cala il silenzio.
Imbarazzatissimo Gusthar se ne torna al tavolo, qualcuno gli dà qualche pacca sulla spalla, ma poi tutto torna come prima..

Insomma, la situazione non cambia molto, e i nostri amici decidono di andare nella locanda vicina chiamata “la regina”, ma mentre stanno uscendo Korvila si avvicina ad un inserviente per chiedere le solite informazioni, ovvero se ha notato due ragazze in compagnia di un uomo di passaggio..e ottenendo le solite risposte negative.

Entrati nella locanda successiva, i nostri eroi (specialmente i campagnoli) rimangono incantati dal posto: il nome fa decisamente onore al gusto signorile dell’arredamento e alle maniere accomodanti del locandiere.
Il posto è un po’ meno frequentato de “La casa del drago”, c’è qua e là un avventore, e il locandiere annuncia ai nostri ragazzi che nella stanza a lato c’è il bardo che sta intrattenendo i clienti con le sue storie.

Quando il bardo finisce la sue esibizione, Arya comincia a fare le domande consuete riguardo ciò che si dice in giro per il mondo.. Subito comincia a parlare del solito Drago Rinato e poi si concentra sui nostri amici: da dove vengono? C’è una locanda? Perchè lui non ha mai sentito parlare di Braem’s end? Perchè è un buco? :P
Un po’ tutti assieme cominciano a parlare del crollo della locanda, di Gusthar (protagonista semi-assoluto della situazione), di Kendral (il quale sente un leggero prurito alle orecchie)…il nostro bardo si appassiona al racconto e sta seriamente pensando di cantarci una storia, ma il racconto avanza e tutto si complica..il bardo si stanca e riprende a suonare.

I nostri decidono di andarsene a dormire, prima di uscire Korvila si ferma a parlare con il locandiere, ma questa volta chiede dove si possano trovare delle Aes Sedai in città: l’uomo suggerisce che se ci sono Aes Sedai in città, sono nelle locande più “in” verso il centro dove sono più tranquille e non c’è movimento.. E con questo se ne vanno tutti a dormire.
Arrivati a casa di Arya, tutti si appollaiano per dormire.. Korvila si avvicina a Kendral, il quale le chiede cos’abbiano scoperto: pare che ci siano delle Aes sedai in città nelle locande fiche più fiche.. E lui dolcemente sussurra la buonanotte a Korvila chiamandola Sedai, e prendendosi un altrettanto dolce calcio sull’anca.

Buonanotte a tutti.

Comments

MF_Highlander ginevraturn

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.